News

on 22 settembre 2016

in Comunicati Stampa, Espositori, Salone Nautico

Salone Nautico è ripresa, parlano i numeri

Salone Nautico è ripresa, parlano i numeri

La conferma arriva dai dati ufficiali de La Nautica in cifre a cura di UCINA e Fondazione Edison presentata oggi al mercato e alla stampa.

Grande protagonista del giorno lo sport Olimpico con la presenza al Teatro del Mare di due medaglie di Rio ospiti al Teatro del Mare.

Domani, venerdì 23 settembre sarà il turno della pesca.

E’ stata presentata oggi la 37a edizione della NAUTICA IN CIFRE, l’unico annuario statistico che fornisce alle imprese, alle istituzioni e agli operatori di settore, un sintetico strumento di lettura del quadro economico dell’industria italiana della nautica di diporto. Realizzata dall’Ufficio Studi di UCINA Confindustria Nautica, lo studio è caratterizzato dalla nuova collaborazione con Fondazione Edison, che diventa partner scientifico, ed Assilea, associazione italiana del leasing.
In sala, il Prof. Marco Fortis Consigliere economico di Palazzo Chigi e Vice Presidente Fondazione Edison, Carla Demaria, Presidente UCINA Confindustria Nautica, Gianluca De Candia, Direttore Generale di Assilea e il coordinatore della pubblicazione e Stefano Pagani responsabile dell’Ufficio Studi di UCINA.


“E’ un piacere presentare questo compendio. Perché le cifre sono tutte positive e perché la collaborazione con il Prof. Fortis è un valore aggiunto”, ha dichiarato la Presidente Demaria, che ha aggiunto: “E’ sotto gli occhi di tutti il fatto che le cose stiano andando bene. Questo è il Salone della ripresa, cresce ogni giorno il numero di visitatori e, a differenza di altre rassegne, questa con 100mila metri espositivi in mare e 80mila a terra, riesce a rappresentare tutta la nostra filiera”.

Quanto ai numeri, spicca il dato relativo al fatturato globale del settore nel 2015 pari a 2,9 miliardi di euro con un 17,1% in più rispetto al 2014 (fatturato calcolato esclusivamente sulle attività attinenti alla produzione nautica delle aziende, a differenza di quanto viene sovente divulgato nelle comunicazioni corporate che includono nei conteggi anche le attività no-core). Cresce il numero degli addetti diretti del 3%, oltre 18mila, cresce il contributo al Pil da parte del settore nautico del 19%, cresce il mercato interno dell’intera industria nautica di oltre il 21% e, finalmente, c’è un ritorno degli armatori italiani che si vede, come ha dichiarato Gianluca De Candia “da un forte incremento del mercato interno della cantieristica, confermato dagli ottimi dati dello stipulato leasing nautico”.

Eccellenti anche i dati sull’export forniti dal Professor Fortis: “Le unità da diporto entrobordo sono il prodotto che negli ultimi vent’anni ha sperimentato il miglior incremento dell’export e che ha generato un surplus pari a 1,6 miliardi di dollari nel 2015, davanti anche ai preparati farmaceutici e che colloca le imbarcazioni da diporto e sportive al ventesimo posto in Italia (su oltre 5.000 prodotti censiti) tra i comparti con il più elevato saldo commerciale. L’export è passato da 290 milioni del 1995 a 1,7 miliardi del 2015”. Ha chiuso l’incontro Carla Demaria con una nota rassicurante: “Anche l’anno nautico che si è appena concluso, è a due cifre”.

Altra nota confortante. L’Assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Genova, Emanuele Piazza , durante un incontro con Carla Demaria, ha dichiarato a proposito del progetto Blue Print dell’architetto Renzo Piano (che prevede la riorganizzazione dell’ex polo fieristico): “ Questo progetto non può, in nessun modo, non tenere conto della nautica e di ciò che rappresenta il Salone per questo settore, come ben sappiamo, trainante per l’economia di tutto il Paese. Le trasformazioni, di qualunque natura, devono garantire continuità”. Soddisfatta Carla Demaria ha precisato che questa notizia “sarà di conforto per tutti in nostri espositori che da anni investono energie perché credono in questo Salone e nella sua capacità espositiva”.

Così, invece, si è espressa la Presidente in merito alla questione relative alla candidatura di Roma 2024: “Apprendiamo con rammarico della scelta del primo cittadino della Capitale di confermare il no alla candidatura di Roma ad ospitare le Olimpiadi del 2024. Abbiamo sempre sostenuto la candidatura convinti che si trattasse di un’opportunità unica per il sistema Paese sia dal punto di vista dell’immagine sia dal punto di vista economico. Dire no alle Olimpiadi è come dichiarare che non si è in grado di organizzarle, un’immagine non positiva per il nostro Paese”.

Al Padiglione B, l’assemblea di Assomarinas (l’Associazione Italiana Porti Turistici) ha lanciato un messaggio di fiducia per i porti turistici che negli ultimi 2 anni hanno registrato una ripresa, sostenuta anche dal ritorno delle imbarcazioni di provenienza internazionale, anche grazie al provvedimento che ha portato all’applicazione dell’Iva al 10% per gli ormeggi inferiori ai 12 mesi nei marina resort.

Al Teatro del Mare, si è tenuta la prima giornata dell’ Omaggio alle Olimpiadi: la diretta su Rai Sport uno condotta da Giulio Guazzini ha visto sul palco due delle più belle medaglie di Rio2016, quella di Teresa Frassinetti, atleta del Setterosa, argento nella pallanuoto femminile e Francesco Bocciardo, splendido oro nei 400 stile libero alle Paralimpiadi. Per la vela, presenti Pietro Zucchetti, classe 49r e Francesco Marrai classe Laser, atleti della Guardia di Finanza. La Marina Militare era presente con Linda Cerruti e Costanza Ferro, coppia azzurra del nuoto sincronizzato olimpico.

Al termine della diretta, sul palco del Teatro del Mare è salito il navigatore solitario Andrea Fornaro: ha raccontato la sua esperienza in oceano a bordo del Mini 6,50 SiderAl 918.

Sempre al Teatro del Mare, gli eventi sono proseguiti con la presentazione dell’iniziativa “La rotta della legalità 2017 – Velatherapy e recupero sociale”. Un nobile progetto per aiutare a reinserire nella società ragazzi che hanno avuto problemi con la giustizia.

Nel Sea Channel del Salone si è tenuto il Match Race tra i T293 che ha coinvolto gli atleti del Team Italia. Primo in classifica Nicolò Renna seguito da Riccardo Renna e Alex Jose Tomasi rispettivamente al secondo e terzo posto.

Ancora la Vela come protagonista: al Teatro del Mare con l’incontro Velaccessibile, il progetto di recupero dell’imbarcazione Rolling Blak a cura dell’Associazione Per il Mare.

Presentati infine anche interessanti progetti. The O’, in primis, dedicato al mondo della pesca sportiva. E “Vibroacustica e soluzioni innovative per il comfort a bordo” a cura di Athena.

Infine, degna di nota la consegna della menzione Adi accessorio di design Adi 2016 nella Lounge UCINA.

Domani, venerdì 23 settembre, oltre alle consuete prove in mare, al Teatro del Mare, si terranno numerosi appuntamenti. Apre Diportesis, alle 11.00, la presentazione di un progetto a cura di Aspronadi, l’Associazione Progettisti per la Nautica da Diporto. Segue un omaggio alle Olimpiadi.

Alle 13.30 ci sarà la presentazione degli equipaggi di The O’, i team che si sfideranno nella gara di pesca sportiva. Alle 14.00 sarà la volta del capitano, nonché campione di pesca sportiva Sandro Onofaro che parlerà del progetto Catch&Release.
Dalle 15.00 alle 18.00, l’appuntamento è con la Garmin Fishing Academy.

Si chiude con un’ora di buona musica: blues con il Trio Groove Monkey.

Questi, invece, gli eventi nel Padiglione B, piano mezzanino: alle 11.00 si terrà la III Conferenza sul Turismo Costiero e Marittimo a cura di UCINA Confindustria Nautica in collaborazione con Federturismo.

Alle 15.00, terrà banco il seminario La copertura assicurativa corpo e macchina degli yacht, organizzato da Propeller Club, Port of Genoa (Sala A).

Dalle 16.00 alle 17.00 ci sarà la presentazione del progetto The O’ a cura di Sandro Onofaro.

Durante tutta la giornata previste le consuete prove in mare e l’evento M32 Sailing Series Day1 nel campo regata di Corso Italia.