News

on 11 Gennaio 2021

in News

Davide Cipriani firma il nuovo Explorer 62

Davide Cipriani firma il nuovo Explorer 62

Presentato in anteprima mondiale al 60° Salone Nautico di Genova l’Explorer 62 porta la firma dello yacht designer italiano Davide Cipriani e vuole rispondere alle istanze degli armatori dei nostri tempi, ampliando h24 gli orizzonti dello yacht in crociera.

Primo modello di una gamma di Explorer Yachts, la nascita dell’Explorer 62 si deve all’iniziativa di Riccardo Radice, imprenditore di grande esperienza nella nautica. Radice ha dato il via a un cantiere per realizzare un nuovo motoryacht explorer che fosse fuori dal coro. Obiettivo del nuovo yacht sapersi distinguere per i suoi contenuti e per la forza delle idee che racchiudeva: nuova gestione dello spazio, nuove soluzioni per allestirlo, visione diversa del lusso, funzionalità accresciute, modularità migliorate.

Per realizzare tutto questo Radice si è rivolto a Davide Cipriani che con il suo Centrostile ha sviluppato interamente il nuovo Explorer 62: dal progetto navale alla sua ingegnerizzazione, dallo yacht design alla compartimentazione degli interni, dal lighting design fino all’arredo e al décor.

Lungo 18,54 metri per un baglio massimo di 5,20 metri l’Explorer 62 si distingue oltre che per il suo profilo che abbina imponenza a eleganza, per i grandi spazi sia all’esterno sia all’interno con una zona notte al ponte inferiore, con una superficie equiparabile a quella di yacht di maggiori dimensioni. L’organizzazione degli interni prevede la cabina armatoriale a tutto baglio al centro dello yacht, una cabina Vip e un terza cabina ospiti.

Motorizzato con due Volvo IPS 800 da 625 Cv l’Explorer 62 raggiunge i 24 nodi di velocità massima con una velocità di crociera di 18 nodi.

www.centrostiledesign.it

www.exploreryacht.it

www.volvopenta.com

Questo sito si avvale di cookie , se desideri avere ulteriori informazioni o negarne il consenso all'uso di tutti o solo di alcuni di questi consulta nella nostra Privacy Policy la parte relativa ai Cookie. Si ricorda che chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo nella navigazione, si acconsente all’uso dei cookie. Maggiori informazioni