Qualità e prestazioni per il Mylius 80 presentato al 61° Salone Nautico

Firmato dall’architetto Alberto Simeone il Mylius 80 è il modello di maggiori dimensioni del cantiere Mylius di Podenzano (Piacenza) nato dalla passione per la vela del suo presidente Luciano Gandini, industriale di successo nel settore delle macchine per packaging.

Lungo fuori tutto, compresa la delfiniera 25,57 metri (la lunghezza dello scafo è 23,43 metri) e largo 5,85 metri, il Mylius 80 è costruito in composito di fibra di carbonio ed è il risultato della continua ricerca della massima qualità e dello sviluppo del precedente modello di successo: il Mylius 76.

Con un piano di coperta che nella versione Flush Deck è appena segnato da una tuga molto bassa mentre nella versione Deck Saloon la tuga è ampiamente vetrata per illuminare il salone, il Mylius 80 grazie alla sua impostazione easy sailing può essere governato da un equipaggio ridotto.

I Mylius 80 oltre che con chiglia fissa è disponibile, in una impostazione più crocierista, con chiglia sollevabile (lifting keel) che permette di accedere a zone con bassi fondali.

Gli interni, ampiamente customizzabili così come da filosofia del Cantiere, offrono 8 posti letto tra armatoriale e cabine per gli ospiti con 1 o 2 posti letto per l’equipaggio

mylius.it

61° Salone Nautico – Marina Ormeggi Banchina B – Stand B111