Ingemar si rinnova e lavora sui nuovi approdi

Sardegna, Sicilia, Veneto, Liguria, Toscana e in Francia Porto Vecchio. Qui Ingemar sta lavorando per assicurare al diporto nautico approdi più sicuri e confortevoli in questo 2021 che, per la società specializzata nella progettazione e fornitura di strutture galleggianti per approdi turistici, ha preso il via con  l’ampliamento della sede produttiva di Casale sul Sile, pochi chilometri da Treviso.

 

Oltre alla riorganizzazione tecnica il 2021 di Ingemar ha visto anche una riorganizzazione e rinnovamento imprenditoriale, con alcune società del Gruppo trasformate per far fronte alle nuove sfide dei mercati. Così Ingemar T&S (Trading & Services) è confluita nella capogruppo Ingemar srl ed è stata costituita la INGE R.E. (Real Estate) per la gestione delle proprietà e delle attività immobiliari del Gruppo.

 

Ma soprattutto il 2021 significa un’importante serie di nuovi insediamenti galleggianti. In particolare in Sardegna nel Golfo di Cugnana al Marina dei Sardi, a Punta Nuraghe, a Porticciolo, Cala Gavetta, Porto Pozzo e ad Alghero nel porticciolo di Buggerru. In Sicilia a San Leone ( Agrigento) e a Scoglitti (Ragusa). In Veneto dove oltre ai nuovi ormeggi  per i mezzi dei Carabinieri e della Polizia Municipale a Venezia, si lavora a Pellestrina, Forte Marghera e Porto Tolle. In Liguria con il porto galleggiante di Molo Pagliari a La Spezia. E ancora Ingemar lavora in Toscana a Viareggio con il completamento dei lavori alla darsena La Madonnina. Infine l’innovativa installazione di un pontile fisso ma rimovibile da utilizzare solo per gli impieghi stagionali a Porto Vecchio, nel sud della Corsica.

 

www.ingemar.it