Ecco i vincitori del Velista dell’Anno FIV

Ruggero Tita e Caterina Banti, Filippo Pacinotti e l’Italia Yachts 11.98 sono i vincitori della 27a edizione del “Velista dell’Anno FIV” che ha tenuto, come di tradizione la cerimonia delle premiazioni a Villa Miani a Roma.

La premiazione del “Velista dell’Anno FIV”, riconoscimento Ideato e organizzato da Alberto Acciari, ha visto la presenza, nel rispetto delle norme anti-Covid, di una serie di esponenti dello sport italiano da Giovanni Malagò, presidente CONI, a Francesco Ettorre, presidente FIV, a Carlo Mornati, segretario generale del CONI, a Vito Cozzoli presidente di Sport Salute, a Fabio Planamente, presidente per il settore Unità a Vela di Confindustria Nautica, a Giancarlo Sabbadini già vice presidente FIV e procuratore federale.

La premiazione del “Velista dell’Anno FIV” ha visto la partecipazione al completo della squadra della vela che rappresenterà l’Italia ai Giochi di Tokio, oltre a quella di Max Sirena, skipper di Luna Rossa e, in collegamento da Palma de Mallorca dove è arrivato dopo la serie di record stabiliti nella Manica con Maserati Multi 70 di Giovanni Soldini, e dalla Francia del navigatore Giancarlo Pedote.

La giuria,composta Francesco Ettorre, Carlo Mornati e Saverio Cecchi, presidente di Confindustria Nautica sulla base anche dei 18,000 voti espressi dal pubblico online ha decretato i vincitori.

Per il “Velista dell’Anno FIV” Ruggero Tita e Caterina Banti i due azzurri del Nacra17, che vincono per la terza volta il trofeo. Per il titolo Armatore/Timoniere Mercedes Benz Vans il titolo è andato a Filippo Pacinotti per “La sua filosofia è ‘fare bene dando sempre il massim0”.  Infine il titolo per la Barca dell’Anno – Trofeo Confindustria Nautica il presidente di Confidustria Nautica Saverio Cecchi ha consegnato il premio a Daniele De Tullio, sales manager del cantiere Italia Yachts che ha vinto con il suo Italia Yachts 11.98 con la motivazione: “Da quando è scesa in acqua ha vinto tutto. Un titolo mondiale, un Italiano, il Gavitello d’Argento e la Coppa Italia, per fermarci al 2020”.

www.velistadellanno.it