News

on 25 settembre 2016

in Comunicati Stampa, Espositori, Partner, Salone Nautico

IL MERCATO HA SCELTO GENOVA

IL MERCATO HA SCELTO GENOVA

Con 127.190 visitatori il Salone Nautico di Genova si conferma il più visitato del Mediterraneo

La soddisfazione degli espositori e degli operatori del mercato. Da domani si lavora per l’edizione 2017

La 56a edizione del Salone Nautico di Genova è andata oltre le più rosee aspettative. L’ottimismo della vigilia ha lasciato il posto a riscontri obbiettivi: visitatori in forte aumento rispetto all’edizione 2015, espositori soddisfatti, il ritorno delle vendite di tutti i comparti e una forte presenza di esponenti del Governo a sottolineare la grande attenzione nei confronti dell’Associazione di categoria e di un settore, quello nautico, non solo in netta ripresa, ma anche trainante per tutta l’economia del Paese.

“Siamo tutti soddisfatti – ha dichiarato la Presidente di UCINA Confindustria Nautica, Carla Demaria. “Abbiamo registrato 127.190 passaggi in biglietteria, registrando un più 9,2 per cento rispetto allo scorso anno. 33.618 sono stati i visitatori stranieri, segnando un più 26,6 per cento sul totale. Genova si conferma di gran lunga il Salone Nautico più visitato del Mediterraneo. Il 17,1% di crescita del fatturato globale, dichiarato a pochi giorni dall’apertura del Salone Nautico è stato un forte richiamo. Gli espositori stranieri sono tornati perché finalmente è ripartito il mercato interno. E la ripresa riguarda tutti i comparti, nessuno escluso”.

Soddisfazione anche da parte di Alessandro Campagna, Direttore Commerciale del Salone Nautico di Genova:  “Stiamo già immaginando il Nautico del 2017. Abbiamo idee e progetti importanti per la prossima edizione”.

Sono stati oltre 800 gli espositori presenti a Genova e 1.000 imbarcazioni le imbarcazioni esposte su una superficie di 180.000 mq di cui 100.000 in acqua, che ha dato la possibilità ai clienti di effettuare ben 2.416 prove in mare, in netta crescita rispetto al 2015.

“Genova si conferma terreno di confronto a livello mondiale per il comparto della nautica da diporto” – ha commentato Marina Stella, Direttore Generale di UCINA Confindustria Nautica. “Un evento protagonista del mercato internazionale e strategico per la promozione del Made in Italy”. Grazie al sostegno del Ministero dello Sviluppo Economico e di Agenzia ICE, i 430 operatori esteri accreditati (uffici tecnici dei cantieri, uffici acquisti, buyer, distributori internazionali e broker) hanno potuto partecipare ad incontri B2B e convegni tecnici organizzati da Agenzia ICE in collaborazione con UCINA. 80 le aziende straniere coinvolte, mentre 70 sono state quelle italiane. Di particolare rilievo la presenza, per la prima volta in Italia, la delegazione dei broker indipendenti della Florida Yacht Broker Association, storica associazione americana che conta oltre 1.200 soci attivi nel settore del commercio di imbarcazioni in uno dei mercati più vivaci in assoluto.

“Questo salone è una bella conferma per Genova che vuole restare capitale della nautica – ha dichiarato Maurizio Caviglia, Segretario Generale Camera di Commercio di Genova. La Camera di Commercio ha fatto la sua parte per l’accoglienza e gli eventi e c’è stata grande sinergia con la Regione  nello stand istituzionale, dove abbiamo dato spazio alle immagini e all’emozione della città vista dal mare”.

Gli fa eco Mafalda Papa, Presidente dell’Associazione Albergatori della Provincia di Genova, che ha dichiarato:  “L’effetto Salone Nautico sulle nostre strutture è stato senz’altro positivo con un aumento delle prenotazioni tra il 5 e l’8% rispetto allo scorso anno.  In aumento gli ospiti stranieri provenienti dalla Svizzera e dai paesi dell’Est”.

Per quanto riguarda la missione stampa estera, sono giunti al Salone giornalisti provenienti da 32 paesi (Australia, Belgio, Brasile, China – Canton, Cina – Pechino, Cina – Shanghai, Croazia, Eau, Egitto, Finlandia, Francia, Germania, Hong Kong, Israele, Libano, Malesia, Montenegro, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Romania, Russia, Serbia, Slovenia, Spagna, Taiwan, Tunisia, Turchia, Ucraina, Uk, Usa).

Grande riscontro anche per gli sport acquatici e per le attività legate al progetto Navigar m’è dolce. Ecco alcuni numeri significativi di questa edizione:

–          2.000 iscrizioni per partecipare alle regate M32

–          1.000 ragazzi coinvolti nelle attività con le scuole

–          Oltre 3.000 bimbi hanno provato il simulatore all’interno dello stand della capitaneria di Porto

–          650 le prove in piscina di Sup

–          Oltre 300 persone hanno provato gli sport del mare

Dati fortemente in crescita anche sul fronte “social”: + 900.000 (circa + 30% rispetto al 2015) visualizzazioni di pagina, + 360.000 (circa + 60% rispetto al 2015) di visite totali e +245.000 (circa +40%  rispetto al 2015) utenti del sito. Il sito è stato visitato da utenti provenienti da 174 Paesi. Nel 2015 erano stati 159 i paesi di provenienza.

***

Le dichiarazioni:

SANLORENZO – Massimo Perotti

“È’ stato un Salone estremamente proficuo certamente per Sanlorenzo che a Genova ha siglato quattro contratti importanti. Dopo un esordio moderato è’ stato un crescendo soprattutto per le visite di stranieri che nel nostro caso hanno superato il 34 per cento del totale”

ADVANCED YACHTS – Antonella Di Leo

“Siamo stati molto contenti di partecipare al Nautico di Genova. Ci aspettavamo un buon Salone visto il lavoro che era stato fatto dagli organizzatori ma questa edizione ha superato le aspettative sia per l’affluenza sia per la qualità dei visitatori che ci hanno fatto visita. Il Salone si è confermato una bella vetrina dove poter valorizzare l’eccellenza del made in Italy che tutti nel mondo ci invidiano”.

SUNSEEKER – Jean-Marc Zubovic

“Abbiamo avviato alcuni contatti interessanti e abbiamo alcuni appuntamenti dopo il Salone, non solo per la barca esposta qui a Genova. Sono felice del bellissimo clima: l’aver anticipato la data è un aspetto che, a mio avviso, si deve ripetere nel 2017. Settembre è un periodo giusto, dopo Cannes e prima di Monaco. Siamo soddisfatti e possiamo affermare che partecipare ne è valsa la pena”.

BRUNSWICK MARINE – Alessandro Conti

“È stato un crescendo rispetto ai primi giorni. Venerdì e sabato sono stati due giorni che hanno fatto la differenza, la giornata di ieri da quello che sento dire è stata una giornata “come non ce la si ricordava da tempo”. Per quello che riguarda noi è difficile dire, c’è stata un’affluenza incredibile ieri con una richiesta di informazioni e documentazione sicuramente sopra la media degli ultimi anni”.

FIPA MAIORA – Francesco Guidetti

“Fa piacere riparlare con qualche italiano che si riavvicina alla nautica. Genova è una location che ha potenzialità e una sua storia, abbandonarla è assolutamente sbagliato”.

JEANNEAU ITALIA – Andrea Cragnotti

“Sold out. Abbiamo venduto tutta la produzione a motore di quest’anno”.

BWA – Fabrice Boyer

“Quest’anno siamo veramente contenti, c’è un’affluenza veramente straordinaria in questo Salone. Non solo rivediamo le famiglie venire con i loro figli a riprendere contatto con la Nautica, ma anche tanti stranieri che sono tornati a visitare il Salone di Genova, quindi una nota di ottimismo sicuramente molto positiva per noi.”

C-CATAMARANS – Davide Caroselli

“Siamo sorpresi da un’affluenza che non mi aspettavo, non solo in numero, soprattutto in qualità. Genova a ci ha dato un’eccellente posizionamento per un prodotto nuovo e innovativo sul mercato dei catamarani come il nostro”.

FAIRLINE – Carlo Maria Piatti

“Fairline ha una lunga storia con il Salone di Genova, anche negli anni bui abbiamo cercato di portare delle barche in acqua per la nostra clientela italiana. Il mercato italiano sta cambiando e quest’anno Fairline Italia porta tre barche importanti in acqua che per noi simboleggiano la nostra gamma”.

RAYMARINE – Carlo Baj

“A parte i primi due giorni che sono stati un po’ più tranquilli, a livello di pubblico c’è stata parecchia gente, da giovedì in poi più del previsto. Siamo contenti, per noi il Salone è stata positivo. l’interesse è aumentato, la manifestazione in generale è andata molto bene, dobbiamo riportarla in alto”.

SAIM – Marco Donà

“Esperienza positiva, superiore alle aspettative, sia per il lato più strettamente professionale sia per il lato visitatori e grande pubblico. È evidente un ritorno della nautica medio-piccola, sentimento molto positivo”.

MONTE CARLO YACHTS – Federico Peruccio

“Crediamo fortemente in questo Salone. Un Salone molto positivo, lo si vede dai pontili sempre affollati di appassionati del mare, di clienti molto esperti che vengono con particolari esigenze e vengono per cambiare la propria imbarcazione. Un segnale di ripresa di questo mercato che si è riflesso nei contratti stipulati. Peculiarità di questo Salone è anche la possibilità di poter uscire in mare e provare le imbarcazioni.”